venerdì 30 marzo 2012

Sabbie mobili

Sono tornato
ad amarti,
di nascosto,
come un ladro
che ruba al buio
per dissetare
l'ansia
che lo circonda.


Ho origliato
per non duellare
con il sole
nascente,
che avrebbe
messo a nudo
le mie fragilità
perenni.


Tu, da lontano,
scrivi parole,
lasciando che
le sabbie mobili
coprano totalmente
la mia anima
senza il conforto
di una carezza.
           Giuseppe Romano
26/03//2012

3 commenti:

Vaty ha detto...

Eccomi su caro invito di Angelo! Che dire: poesie e fotografie .. Tra le massime espressioni artistiche. Complimenti per il vs talento vi seguo
Molto volentieri !

pino ha detto...

Grazie per i tuoi complimenti. Spero di non deluderti con le mie emozioni poetiche. Pino Romano

Vaty ha detto...

deludermi? scherzi.. io ho solo da imparare da persone come voi ed ecco perchè è un piacere seguirvi :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...